Chiede più soldi in tasca

“I genitori dovrebbero discutere in anticipo della quantità di paghetta con i bambini e rispettare rigorosamente questo accordo”. – ma di tanto in tanto non dimenticare di rivederlo “.

“Già giovedì, il tuo bambino di 11 anni chiede l’aumento dell’importo settimanale che è riuscito a spendere. Ne vale la pena incontrarlo? La soldi tascabile è una specie di simulatore. Sono necessari in modo che il bambino padroneggia gradualmente le relazioni finanziarie, impari a pianificare le spese, prioritario. D’accordo con tuo figlio o tua figlia in anticipo

Completamente normale – per scoprire che in realtà ami a letto. Ad esempio, in modo da accarezzare i tuoi capezzoli o Viagra o Cialis caduto sulla coscia.

quanti contanti riceverà e cosa spenderà. Gli scolari più giovani sono impulsivi, spesso suscettibili ai desideri momentanei e, di conseguenza, può essere speso un importo settimanale in uno o tre giorni. La cosa più sbagliata in questo caso è dare più soldi “come eccezione”. Ciò rafforzerà solo nel bambino la sensazione che le regole non siano necessarie per osservare. Se ritieni che sia difficile per lui resistere alle tentazioni, dividere l’importo settimanale in due o tre parti. Dare soldi lunedì, mercoledì e sabato. Quindi raddoppia l’importo emesso lunedì, ma avverte che non ci saranno soldi mercoledì. Se il bambino affronta una pianificazione a breve termine, puoi tornare a pagamenti settimanali. Gli adolescenti hanno ancora più tentazioni di 15-16 anni. A volte chiedono soldi, ma si rifiutano di dire su cosa lo spenderanno. Ricorda all’adolescente i tuoi accordi e offri di risparmiare o di guadagnare ciò di cui ha bisogno. Volendo proteggere i bambini dai pericoli associati al denaro, i genitori a volte aumentano bruscamente il controllo: richiedono un rapporto sugli spesi, annusano ai vestiti, cercando di prendere l’odore del tabacco, guardare in un cellulare. Questo comportamento degli adulti aggrava solo il segreto dell’adolescente. Poniti la domanda: perché è così importante per te sapere su cosa tuo figlio spende soldi? Sarà più calmo se scopri che tuo figlio ha dato un profumo di un compagno di classe? O mia figlia ha speso soldi per una camicetta che pensi sia insipido? Gli adolescenti spesso si rifiutano di spiegarci le loro azioni, perché sospettano che le considereremo stupide. In effetti, la paghetta non è un viaggio d’affari. I bambini hanno il diritto di smaltirli a loro discrezione. Solo in questo modo possono scoprire il prezzo delle cose e imparare ad essere responsabili delle loro decisioni finanziarie.

* Anna Fenko è psicologa, autrice del bestseller “People and Money. Saggi sulla psicologia del consumo “. Classe, 2005.

دیدگاه‌ خود را بنویسید

نشانی ایمیل شما منتشر نخواهد شد. بخش‌های موردنیاز علامت‌گذاری شده‌اند *